Categorie
Senza categoria

Papavero

Sono nata
Tra i germogli di aprile
Tra i soffi di gentile vento
E di rude brezza.

Nascosta
Tra impervie viottole
Tra le scaglie di asfalto
Tra gli sbuffi di pozzanghere.

Cammina la gente
A fianco
Tristemente saluta,
nessuno coglie l’ironia del sole tra il pianto.

Non conto i pomeriggi
Ispessiti dalla burrasca
Dal vento di sassi
Dagli imbarazzi degli insetti fra le mie cose.

Mi nascondo fra lo sfondo dei mattoni cotti al sole
Mi nascondo fra il vento impalpabile
Nasco e muoio in un sol momento:
Mi libro nell’aria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...