Categorie
Senza categoria

L’alba

Guardo l’alba dentro di me diventare altro, vedo le stelle ormai sbiadire e la luna lasciare il posto al sole.
Diventa semplice, forse fin troppo, lasciare che le cose siano come devono essere, stoicamente ferma di fronte alle tempeste. In meditazione, in silenzio di fronte a tutto questo veloce cambiamento, tutto si sradica, si trasforma, non riconosco più i volti. Eppure io sto in silenzio, non mi muovo. Riconosco me stessa in questo percorso, in questo turbinio privo di rassicurazioni, tendo la mano alla me stessa di domani e l’altra alla me stessa di ieri: così conteniamo la tempesta, in una sorta di nostalgica danza della vita.
Lascio pochi spazi liberi a questo incontenibile tornado, le mani sono fortemente abbracciate le une alle altre.
Ridiamo di fronte a quello che spaventa tutti, piangiamo di fronte a quello che di più fragile ci si presenta davanti: la forza dell’esistenza.

Una forza che mi porta all’interno di questo turbinio perpetuo. Sento e sono viva, amo cogliere gli attimi imperfetti perché mi ricordano la mia umanità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...